Strumenti personali
Tu sei qui: Home "Sul Cammino di ENEA" Lecce (IT) Cultura Musei Museo Provinciale "Sigismondo Castromediano"

Museo Provinciale "Sigismondo Castromediano"

facciata.jpg

Il fondatore
Sigismondo Castromediano duca di Cavallino (1811-1895). Convinto antiborbonico fu, per la sua attività, condannato alle carceri e poi all’esilio. Eletto deputato al primo parlamento d’Italia, abbandonò la politica per dedicarsi agli studi di storia e di archeologica. Fu a capo della commissione che propose la istituzione del Museo, la cui fondazione fu deliberata dalla Provincia di Terra d’Otranto nel 1868.

Il palazzo
Chiamato “Collegio Argento” dal Padre gesuita che lo fondò nel 1888. E’ stato acquistato dalla Provincia di Lecce nel 1967 e ristrutturato con progetto museografico dall’architetto Franco Minissi. Conserva l’antica facciata ed alcuni ambienti interni cui si sono aggiunti nuovi corpi di fabbrica. Precedentemente, dal 1868 al 1979, il museo era allogato in alcune sale del convento dei Celestini.

Collegio Argento

Le collezioni
Provengono da scavi già iniziati con il Castromediano alla fine dell’Ottocento. Si sono arricchite con campagne di scavo finanziate in gran parte dalla Provincia di Lecce (Roca, Rudiae, Cavallino, Poggiardo). Consentono di offrire un panorama organico della civiltà messapica nel Salento. Acquisti, donazioni e depositi ne hanno arricchito la consistenza e le classi, cosicché oggi il museo è articolato in varie sezioni: antiquarium, museo topografico, pinacoteca, ecc.

Preistoria
Pannelli, calchi, disegni, fotografie, rilievi, materiali della penisola salentina raccontano la storia dell’uomo, fornendo gli elementi essenziali per la comprensione storica e tecnica dei manufatti. 

Antiquarium
Raccoglie il materiale delle più antiche collezioni diviso per classi (vasi attici, apuli, locali, bronzi, terrecotte, iscrizioni), di cui spesso non si conosce la provenienza o che comunque non può essere ricomposto in contesti di appartenenza.

Antiquarium

Museo topografico
Il materiale è disposto secondo il luogo di provenienza degli scavi (Lecce, Rudiae, Cavallino, Roca, Poggiardo, Leuca, ecc.), in un ideale viaggio nel Salento da nord a sud e dalla costa orientale a quella occidentale.

Pinacoteca
Organizzata formalmente solo dopo il 1979 con il funzionamento della nuova sede. Non è il risultato di un’organica collezione, ma il naturale completamento di un museo prettamente archeologico che ha comunque raccolto ogni testimonianza di civiltà antica legata al suo territorio. Si alternano pertanto espressioni di cultura locale con elementi di provenienza esterna (Venezia, Napoli, Roma) che attestano i legami culturali della regione.

Pinacoteca

Sala ‘800 – ‘900
La sala è allestita con opere di artisti salentini contemporanei (Ciardo, Barbieri, Martinez, D’Andrea, Calò, ecc.). Si tratta di opere collezionate dalla provincia nel corso di un secolo, attraverso acquisti e donazioni.


 

 

Museo Provinciale Sigismondo Castromediano
Viale Gallipoli, 28 - 73100 Lecce
Tel. 0832 683503; 0832 307415; fax 0832 304435
Sito web www.provincia.le.it
Email museo@provincia.le.it; acassiano@provincia.le.it
Orario: feriale 9.00 – 13.30 / 14.30 – 19.30; festivi 9.00 – 13.00


Azioni sul documento

project supporters logos Provincia di Lecce Regione Puglia Italy Greece Interreg III A Greece-Italia